martedì 24 maggio 2016

Quesito: jobs act.

non è più possibile far parte del jobs act vero? Ci sono/saranno novità a riguardo?
Grazie infinite


| More

mercoledì 6 aprile 2016

Enti bilaterali: sono pronte due nuove causali contributo.

Con le convenzioni dell’8 e del 9 marzo 2016 sottoscritte, rispettivamente, con l’Ente bilaterale nazionale dei Call center (Ebincall) e l’Ente nazionale bilaterale Lavoro impresa e terziario (Enblit), è stato affidato all’Inps il servizio di riscossione, tramite il modello F24, dei contributi destinati al finanziamento delle due organizzazioni.

Per consentire ciò, con le risoluzioni 18/E e 19/E, l’Agenzia delle Entrate, in base agli accordi stipulati con l’Inps e più volte rinnovati, ha generato due nuove causali contributo:
-  “CALL”, per l’Ente bilaterale nazionale dei Call center
-  “ENBT”, per l’Ente nazionale bilaterale Lavoro impresa e terziario.

Vanno riportate nella sezione “Inps” del modello F24, nel campo “causale contributo”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”.
Inoltre, nella delega di pagamento devono essere evidenziati:
nel campo “codice sede”, il codice della sede Inps competente
nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda”, la matricola Inps dell’azienda
nel campo “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa”, il mese e l’anno di riscossione del contributo (la colonna “a mm/aaaa” non va compilata).


| More

Piccola proprietà contadina: benefici solo al coltivatore diretto.

In materia di agevolazioni fiscali (imposta di registro fissa all’1%), per un atto di compravendita di un terreno, correlata al possesso dei requisiti soggettivi di coltivatore diretto, di cui al Dpr n. 601 del 1973, una società agricola non sempre ha diritto di usufruire dei benefici fiscali quale coltivatore diretto, anche se la maggior parte dei soci è costituita da coltivatori diretti. In particolare, un consorzio  ortofrutticolo che non coltivi direttamente la terra e non abbia acquistato il terreno allo scopo di accorpamento o arrotondamento della proprietà contadina, svolgendo invece attività di raccolta, lavorazione, conservazione e commercializzazione dei prodotti dei soci, non può essere considerato coltivatore diretto. Infatti, secondo il Dpr n. 601 del 1973, l’attività della cooperativa da agevolare è quella primaria di coltivazione del fondo, avendo per finalità esclusiva l’accorpamento e l’arrotondamento della piccola proprietà contadina.

Sentenza n. 5972 del 25 marzo 2016 (udienza 11 febbraio 2016)
Cassazione civile, sezione V - Pres. Chindemi Domenico - Est. Iacobellis Marcello - rel. Consigliere
Piccola proprietà contadina – Agevolazioni imposta di registro su compravendita terreni – Coltivatore diretto


| More